A proposito di vacche

Dai pochi anziani rimasti, depositari ultimi dell’arte di far formaggi, abbiamo raccolto e selezionato alcune meraviglie. Arrivano dalle terre delle langhe piemontesi, dai pascoli della Lombardia o dai fermiers di Normandia. Molti da latte di vacca, altri da latte di capra – gustosissimo, raro, meno carico di grassi – tutti a latte crudo. Alcuni di questi formaggi saranno deliziosi, alcuni più’ difficili, certi sembreranno”estremi” , ma sempre varrà la pena provarli. Per non perdere un patrimonio inestimabile, per non essersi fatti mancare l’occasione d’aver provato, per una volta, una grande Robiola di Roccaverano, un grande Castelmagno d’alpeggio, un “vero” Camembert de Normandie, una Delice de Bourgogne ,un Persille’ du Malzieu o altri doni, del cielo e della terra.