BISTROT MOOD // Il Corriere della Pera

Il Bistrot è il ristorante, la trattoria d’altri tempi, la caffetteria dei miracoli, la vineria, il luogo dell'anima dove ci si incontra, si scambiano parole. Il Bistrot è anche luogo dove si scambiano parole e il Corriere della Pera vuole raccogliere quelle che un po' meritano di essere ricordate!


Da Tirrenia a San Diego il sogno realizzato dei tre fratelli Bucci

8 luglio 2013 - Postato da: Marco
Tag:, , , ,

Di Giovanni Parlato, tratto da “Il Tirreno” –> Scarica il PDF

I ragazzi ce l’hanno fatta. E alla grande. La gelateria dei fratelli Bucci, tirreniesi doc, nella lontana California ha ingranato e macina ogni giorno centinaia e centinaia di caffè e cappuccini, gelati e panini toscani. A San Diego, all’incrocio fra Cedar Street e State Street, c’è un angolo tutto pisano. Il suo nome è “Pappalecco”. I proprietari sono di Tirrenia.

Si chiamano Francesco e Lorenzo Bucci. Col fratello Giovanni avevano la gelateria “Gelatopoli” e un bar in piazza Belvedere a Tirrenia. I tre fratelli hanno voluto cambiare e accettare una scommessa di quelle che scotta: aprire un’attività in America, a San Diego. Insieme ai fratelli Bucci, in società, c’è anche Francesco Fortuna, un altro pisano doc. È stato Francesco a fare da apripista e volare in California, seguito poi da Lorenzo.

Incontriamo Lorenzo nella sua gelateria di San Diego. È felice di vederci. È dietro al banco dei gelati. Sta preparando dei caffè espresso e “capucinos” come qualcuno li chiama da queste parti. Una ragazza (italiana) distribuisce i gelati alla gente che, minuto dopo minuto, solca l’ingresso del locale. Il fratello Francesco è uscito da una mezz’ora, un vero peccato non averlo potuto salutare. «All’inizio è stata dura, durissima», dice Lorenzo ricordando i giorni quando arrivò a San Diego con l’idea di aprire la gelateria. «Avere i permessi non è stato facile – aggiunge Lorenzo – per fortuna avevamo già una certa esperienza che è stata fondamentale».

Pappalecco non è una semplice gelateria. Il locale apre la mattina e chiude la sera tardi. «La mattina prepariamo le colazioni all’italiana – dice Lorenzo -. Ogni ingrediente lo facciamo arrivare dall’Italia e qui, tutto, è made in Italy. La gente lo riconosce e sa apprezzare. Comunque, prepariamo anche i classici break-fast americani che abbiamo inserito nel menu». Per il pranzo, nel menu, ci sono le insalate (quelle leggere con rucola, bresaola e parmigiano), ma anche le insalatone.

Agli americani di San Diego piacciono molto i panini all’italiana (c’è il Toscano come lo sfizioso) e le bruschette che portano i nomi di Pisa, Firenze, Venezia e Napoli. Ma sono i gelati quelli che fanno letteralmente impazzire la clientela. Su internet c’è un blog dove si possono trovare centinaia di giudizi tutti entusiasti di questa gelateria pisana.

«Abbiamo fatto arrivare i macchinari dall’Italia e anche tutti gli ingredienti arrivano dall’Italia – dice Lorenzo Bucci – La produzione è artigianale». Ovviamente, davanti al banco dei gelati non sappiamo resistere e assaggiamo. Il gusto del gelato, di botto, ci riporta a Pisa, per la precisione a Tirrenia. Ed è incredibile che in un angolo di San Diego, così lontano ma – in questo caso – così misteriosamente vicino, riviva il gelato delle nostre parti.

E per i tirreniesi è arrivato anche un inaspettato encomio. A San Diego è stato fatto un concorso per eleggere il miglior gelato dell’anno. Il giudizio è stato unanime e, quello pisano, è stato giudicato il miglior gelato 2007.

«Oltre che alla qualità del prodotto – spiega – Lorenzo Bucci – siamo stati molto attenti anche all’ambiente. L’arredamento e il bancone sono arrivati dall’Italia. E nel locale diffondiamo sempre musica italiana. Poi, stiamo attenti anche alle particolarità. Per esempio, facciamo venire dall’Italia anche l’acqua come anche il Chinotto e il San Bitter che, da queste parti, sono introvabili».
Al lavoro ci sono otto persone, nessuno è americano. Sono tutti giovani (fra cui italiani) catapultati a San Diego in cerca di lavoro e “Pappalecco” gli ha dato l’occasione. Il locale sta andando così bene e la clientela è così tantache, fra pochi mesi, i fratelli Bucci apriranno una seconda gelateria.